In mezzo scorre il fiume

percorsi fra musica e natura
Luoghi vari nelle valli di Sillaro e Santerno

​Anche quest’estate fra le valli di Sillaro e Santerno, in un territorio che si colloca fra Emilia, Romagna e Toscana, si svolgeranno affascinanti percorsi fra musica e natura, grazie alla seconda edizione del festival In Mezzo Scorre Il Fiume.

Il programma presenta eventi vari: escursione all’alba con concerto sulla cima dei calanchi, escursioni mattutine o pomeridiane con performance musicali lungo il percorso, un workshop creativo dedicato alla voce. E ancora escursioni a piedi o in bici su argini, ponti, castagneti, centri storici con concerti serali,  un pianista sul fiume, una passeggiata alla scoperta degli alberi e della loro voce.                       Poi un grande spettacolo di flamenco ispirato al grande fiume dell’Andalusia: il Guadalquivir, una sorta di gemellaggio ideale con i nostri piccoli ma stupendi corsi d’acqua, il Sillaro e il Santerno, attorno ai quali si conserva una grande biodiversità vegetale e animale.

Queste valli sono luoghi da conservare il più possibile intatti, cercando di far convivere antropizzazione, agricoltura (il più possibile rispettosa degli equilibri naturali), caratteristiche del paesaggio ed emergenze geologiche e storico-architettoniche che le caratterizzano.

Ecco perché sono previsti incontri con esperti che racconteranno della varietà di animali che popolano i nostri territori, della varietà di erbe e alberi, dell’importanza delle api e degli insetti impollinatori e di quanto questi siano strettamente dipendenti dallo stato di equilibrio e pulizia dell’ambiente.

I turisti che invitiamo a raggiungerci su Sillaro e Santerno e territori limitrofi sono quelli che amano scoprire i luoghi in punta di piedi, lontano dalle strade più frequentate e conosciute, quelli che si incantano di fronte alla bellezza dei luoghi, che ascoltano il silenzio, i suoni della natura, che sono pronti a stupirsi di fronte alla musica di un artista che incontrano lungo il cammino o ad un concerto che raramente potranno ascoltare altrove così in stretta simbiosi con i suoni dell’ambiente circostante e con lo spiritus luci al quale gli artisti sono chiamati ad ispirarsi.

La direzione artistica del festival è di Luisa Cottifogli.

Gestione amministrativa e comunicazione sono del Centro Studi Euterpe Mousikè.

Il festival si svolge sui territori attraversati dal Sillaro e dal Santerno, nei comuni di Castel S. Pietro Terme, Dozza, Casalfiumanese, Mordano, Borgo Tossignano, Fontanelice, Castel del Rio, Firenzuola.

Fra le collaborazioni: Città Metropolitana di Bologna, Proloco di Sassoleone, Comune e Proloco di Castel San Pietro Terme, Combo Jazz Club di Imola, La Casa del Fiume, Comune e Proloco di Castel del Rio, Geovagando, Comune, Proloco e Scuola di Musica di Mordano, Comune di Imola e festival Imola in Musica, Comune di Dozza, Corpo Guardie Ambientali Metropolitane (CGAM), CONAPI, Sergio Flamigni, Giaz di Castel S. Pietro, Ente Parchi e Biodiversità Romagna, Vivere sostenibile (media partner), Allianz Imola.



Gli eventi di In mezzo scorre il fiume

stampa