L'Eco della Musica

27 giugno e 9,10,11 agosto 2019
Appennino

Risuona anche nel 2019 L’Eco della Musica, il 1° Festival Ecologico Musicale dai crinali degli Appennini organizzato dall’Unione Comuni Appennino bolognese con la Direzione artistica di Crinali, sotto la guida di Claudio Carboni e Carlo Maver. Manifestazione che, come nelle precedenti edizioni, propone concerti ambientati in scenari di grande fascino come quello del Lago Scaffaiolo.
Cinque gli appuntamenti in programma.

27 giugno, ore 21 - San Martino di Montesole (Marzabotto)
“Dal Mediterraneo ai Balcani”
Karagunes quintet

Il gruppo nasce dall’incontro di musicisti provenienti da diverse tradizioni, con l’intento di esplorare e contaminare le musiche del Mediterraneo, dei Balcani e del Vicino Oriente.

9 agosto, ore 21 - Rifugio di Segavecchia (Lizzano in Belvedere)
“Sounding nature”
Marianne Gubri
(arpa celtica)
Dal silenzio emergono le prime note di un’arpa celtica che evoca scenari medievali, dove un sentiero si inoltra nella nebbia per giungere alle proprie radici.

10 agosto, ore 21 - Rifugio Duca degli Abruzzi, Lago Scaffaiolo
“Mediterranean mood”
Giovanni Seneca e Anissa Guizi
(voce e chitarra)
Spettacolo in cui s’intrecciano composizioni originali a canti tradizionali che abbracciano l’insieme delle tradizioni mediterranee in varie lingue e dialetti.

11 agosto, ore 6.30 circa, Concerto all’alba - Lago Scaffaiolo
“Alba elettromagnetica”
Valeria Sturba
(voce, violino, theremin, elettronica)
Nella sua esibizione aggiunge e moltiplica suoni, e si creano mondi paralleli, in cui voci soavi si confondono con i theremin e canzoni dolci malinconiche sprofondano in abissi di noise.

ore 11 Lago Scaffaiolo
“Minor Swing “
Spinti dall’amore per il gipsy jazz, ma desiderosi di creare un loro sound ibrido, riprendono i brani della tradizione manouche provando a renderli loro e contestualizzandoli nella Bologna degli anni 2000.

Per informazioni: Marco Tamarri, mob. +39 340 1841931; e-mail: marco.tamarri@unioneappennino.bo.it



scarica e stampa