Piccoli teatri di quartiere

Nei cortili e nei giardini arrivano le iniziative selezionate dal bando Piccoli teatri di quartiere, promosso da Fondazione per l'Innovazione Urbana
luoghi vari nei quartieri di Bologna

Sono 17 i progetti selezionati dal bando Piccoli teatri di quartiere che raddoppia, grazie al finanziamento del Comune di Bologna, il crowdfunding cittadino delle “6.000 piantine - fotosintesi per la cultura”, iniziativa promossa dall’Associazione 6000 sardine, realizzando iniziative di caseggiato e prossimità nei 6 quartieri cittadini per un finanziamento totale di 60.000 euro.

Il bando, che si è chiuso lo scorso 25 giugno, prevedeva la possibilità di finanziare progetti fino ad un massimo di 5.000 euro e di selezionare un minimo di due proposte per ogni quartiere e si rivolgeva alle tante realtà cittadine impegnate nelle diverse zone della città, con l'obiettivo di offrire, soprattutto a famiglie e bambiniattività ludico-ricreative e di animazione culturale in prossimità delle abitazioni e degli abituali luoghi di ritrovo dei cittadini. Un'iniziativa tesa ad espandere il cartellone di Bologna Estate nei cortili, nei giardini, nelle corti e nei caseggiati con proposte ritagliate per vivere al meglio un' estate che impone regole di distanziamento e attenzione particolare alle norme di contenimento del coronavirus.

La risposta dal territorio è stata ampia e variegata: sono stati infatti ben 70 i progetti ricevuti e valutati da Fondazione per l'Innovazione Urbana e Comune di Bologna che hanno selezionato le 17 proposte che più si sono distinte per la capacità di rispondere ai principali bisogni delle comunità; per la scelta di luoghi particolarmente adatti all’iniziativa; per la potenzialità di coinvolgimento del pubblico del territorio; per la capacità di mettere in rete soggetti organizzatori diversi, capaci di programmare in modo continuativo nell'arco di due mesi, con proposte innovative e di qualità e capacità gestionale, in coerenza con le direttive di sicurezza e la normativa vigente.

Il risultato è un quadro molto variegato di attività che per due mesi - da luglio a settembre - animeranno l’estate bolognese nei vari quartieri della città, coinvolgendo parchi, giardini, cortili, caseggiati, complessi residenziali, parrocchie e mercati. Dalla performance realizzata attraverso gli smartphone degli spettatori e delle spettatrici, alla piccola residenza artistica, dai laboratori di musica, teatro e circo per le famiglie e i più piccoli, fino ai concerti, agli spettacoli e agli incontri, con proposte originali e adatte a tutti che faranno parte di Bologna Estate 2020, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna - Destinazione Turistica.

» Programma in pdf delle iniziative giorno per giorno fino alla prima settimana di agosto

» Il programma è in aggiornamento e sono possibili modifiche da parte degli organizzatori.


Gli eventi di Piccoli teatri di quartiere

stampa