[gæp] Cos'è un GAP?

Dialogo ludico sulla Liberazione | Marzabotto
Scuola di Pace Monte Sole

In [gæp] Cos’è un GAP? un tredicenne dei nostri giorni si mette in relazione con le visioni, i pensieri e le azioni di Pin: il ragazzino monello e vagabondo protagonista de Il sentiero dei nidi di ragno, il primo romanzo di Italo Calvino, ambientato durante la Resistenza.

L’andamento dello spettacolo – che avanza insieme alla composizione musicale di Hazina Francia e Vincenzo Scorza – nasce dall’intuizione anti-retorica di Calvino, il cui romanzo viene elaborato per entrare in dialogo con il giovane protagonista, che arriva a mettersi in gioco in prima persona conducendo una vera e propria “partita letteraria” con gli spettatori.
Il ragazzo arriva a proporre al pubblico un gioco di gruppo intorno al Sentiero dei nidi di ragno in cui coinvolge anche sua madre e suo padre e in cui i premi si vincono cogliendo battute mancanti e significati nascosti. Il trattamento parte dalla dimensione ludica – che un tredicenne conosce bene e all’interno della quale si può muovere con agio – per concentrarsi proprio su quegli aspetti capaci di entrare in risonanza con il suo immaginario, con i suoi pensieri e con le prime questioni che nell’adolescenza nascono intorno al senso del proprio stare al mondo. Tra parole misteriose e anime inquiete, lo spettacolo parte dallo sguardo del giovane Pin per arrivare al pubblico attraverso quella spinta elementare che porta ogni essere umano a combattere per non essere più umiliato, percorrendo i sentieri della rivolta per far nascere immagini e pensieri autonomi che ogni spettatore compone nel proprio spazio segreto: in quella parte di sé dove custodisce quella “ferita segreta per riscattare la quale combattiamo”.

Le repliche dello spettacolo saranno accolte in diversi contesti particolarmente significativi tra città e area metropolitana:

>> il 13 luglio al Parco Storico di Monte Sole (Marzabotto), alle 19.00 – ingresso gratuito;
>> il 15 agosto al Teatro delle Ariette (Castello di Serravalle), a partire dalle 19.00 – ingresso: 12 € comprensivo di aperitivo/cena;
>> il 12 settembre al Festival Resilienze – Le Serre dei Giardini Margherita (Bologna), alle 19.30 – ingresso gratuito.

Tre momenti dedicati, in cui vivere l’esperienza teatrale insieme a una serie di altre attività, all’insegna della convivialità all’aria aperta.

La prima data dello spettacolo è il 13 luglio alle ore 19 nell’area adiacente ai resti della Chiesa di San Martino nel Parco Storico di Montesole (Marzabotto) all’interno di una giornata dedicata alle Emozioni costruita insieme alla Scuola di Pace, che inizia alle ore 15.00 con una visita esperienziale dell’area del Memoriale della strage nazista. Ingresso gratuito. Qui tutte le info su come arrivare
 

La seconda data è il 15 agosto presso la splendida casa/fattoria del Teatro delle Ariette in Valsamoggia (Castello di Serravalle) all’interno di una giornata che inizia alle ore 19.00 con un aperitivo/cena al calar del sole e prosegue per chi vuole, dopo lo spettacolo in programma alle ore 21.00, con una camminata sotto le stelle.
Sarà organizzata una navetta dall’Autostazione di Bologna per poter lasciare la macchina a casa e godersi una Ferragosto fuori città senza lo stress della guida. Presto su questa pagina tutte le informazioni logistiche e le indicazioni per prenotare.
Ingresso: 12 € compreso l’aperitivo/cena

Qui invece tutte le informazioni su come arrivare in autonomia
 

La terza data è il 12 settembre alle ore 19.30 nella bellissima cornice delle Serre dei Giardini Margherita a Bologna all’interno del Festival Resilienze, che per il secondo anno – in un’estate che Kilowatt dedica al tema del gioco – sceglie di interrogarsi sul concetto di radicalità mostrando le interazioni, i legami e le connessioni tra ambiente, società, economia e cultura e interrogando i linguaggi dell’arte per esplorare punti di vista alternativi, per sperimentare, suscitare emozioni e scavare oltre il senso delle parole.
Ingresso gratuito
Qui tutte le informazioni su come arrivare
 

info@ateliersi.it
 


Credits

di e con: Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi
e con: Eugenia Delbue e Marco Mochi Sismondi
musiche di: Hazina Francia e Vincenzo Scorza
progetto sonoro di: Vincenzo Scorza
design grafico: Diego Segatto
comunicazione e promozione: Federica Patti
organizzazione e amministrazione: Elisa Marchese
una produzione Ateliersi
In collaborazione con: Agorà/La stagione dell’Unione Reno Galliera, Scuola di Pace di Monte Sole, Teatro delle Ariette, Kilowatt/Le Serre
con il sostegno di: MiBAC, Regione Emilia-Romagna e Comune di Bologna.
Grazie per la collaborazione a: Freak Andò – Antiquariato Modernariato Design e Biblioteca Italiana delle Donne.




scarica e stampa